Contenuto dell'articolo Mostra

¡Vivere in Portogallo Pro e Contro

Scopri quali sono vantaggi e svantaggi reali di vivere in Portogallo

Vivere in Portogallo Pro e contro è una ricerca che sempre più spesso molte persone stanno realizzando nel motore di ricerca più famoso del mondo: Google.

Migliaia di persone ogni mese ricercano informazioni di valore per poter verificare se e come trasferirsi a vivere in Portogallo: tutti vogliono sapere se può essere una buona soluzione per la loro situazione personale e sperano di trovare delle risposte interessanti a questa domanda.

Anche tu lo hai fatto recentemente? Se stai leggendo questo articolo credo proprio di sì: chissà continuando a leggere riuscirai a trovare molte risposte interessanti su questo argomento per conoscere la situazione attuale e reale in Portogallo oltre che scoprire se è una buona scelta per migliorare il tuo contesto in Italia.

 

Pubblicità falsa e tendenziosa parlando di come vivere in Portogallo pro e contro

Certamente la pubblicità realizzata in Italia, fatta anche utilizzando differenti programmi di TV intrigati dalle tante persone che hanno deciso di venire a vivere in Portogallo (già più di 7.000 italiani hanno preso questa decisione negli ultimi anni), ha permesso di aumentare costantemente il numero di persone interessate a conoscere meglio questa possibile destinazione per molti così affascinante, quasi fosse un nuovo Eldorado.

Pertanto la prima cosa che vogliono sapere tutte le persone interessate a questa soluzione è: vivere in Portogallo pro e contro, quali sono realmente? Vale la pena fare questo trasferimento?

Esiste un grande interesse generale per capire un po’ meglio come poter prendere questa  decisione niente affatto semplice, che però può migliorare rapidamente la vita di molte persone.

Certamente questa rapida ricerca su Google è un primo passo importante per trovare qualche risposta necessaria per poter prendere in un secondo momento una decisione un po’ più serena e tranquilla.

Però ti assicuro che non è assolutamente sufficiente, anche perché le informazioni che troverai su Google saranno poche e confuse: nessuna agenzia ha un reale interesse in divulgare informazioni sul processo di trasferimento necessario per vivere in Portogallo.

Tutto è studiato apposta per mantenerti ignorante e poi farti spendere un sacco di soldi per niente.

Infatti l’omertà regna sovrana su questo argomento e l’obiettivo è semplice e chiaro: meno le persone come tu sanno, più soldi ti possono spillare senza fare nessuna fatica…

EBOOK “Vado a Vivere in Portogallo?!”

Approfitta adesso che è in offerta per soli 19,99€ – 4,99€

EBOOK PORTOGALLO

 Vedere ebook adesso

Vivere in Portogallo pro e contro: Vivere in Italia Vs. Vivere in Portogallo

Italia vs Portogallo

Com’è vivere in Portogallo?

Ultimamente molte persone ci contattano e ci stanno facendo tutti i giorni la stessa domanda: come si vive in Portogallo?

Anzitutto devi sapere che tra Italia e Portogallo attualmente esistono moltissime differenze soprattutto perché i due Paesi si trovano in momenti storici molto differenti.

Inoltre dopo la pandemia del Covid-19 credo che si trovino ancor più distanti: uno tremendamente colpito dalla pandemia e l’altro solo sfiorato senza troppi danni collaterali. (Anche se ora in questo inizio di 2021 la situazione è cambiata ed anche il Portogallo, a causa degli errori commessi a Natale con il rilassamento delle misure di contenimento, sta vivendo una situazione molto complicata, soprattutto in alcune zone come Lisbona o la zona Nord)

L’Italia è comunque ferma come Paese da un tempo immemorabile, chissà 40 anni: per il momento non va a fondo, però nemmeno avanza come dovrebbe un Paese del genere con tutte le potenzialità a livello imprenditoriale ed il talento umano che possiede.

Vive da tantissimi anni nella stessa identica situazione con una classe politica completamente bloccata che non permette miglioramenti sostanziali e una modernizzazione ormai necessaria del Bel Paese che si è abituato a vivere nel e del passato.

Anche a livello di infrastrutture l’Italia è un Paese molto arretrato e sembra che continuerà ad esserlo ancora per molto tempo, visto che nulla di nuovo si muove all’orizzonte.

Dall’altra parte il Portogallo è un Paese che ha toccato realmente il fondo durante la grande crisi economica del 2008.

Durante la grande crisi i due Paesi Iberici sono stati possibilmente i più colpiti in tutta Europa soprattutto a causa della speculazione dell’edilizia ha lasciato danni incalcolabili e chi in una maniera e chi in un altra, ha dovuto essere riscattato.

Mentre la Spagna, anche a causa della sua grandezza e delle differenze interne, ci ha messo parecchio tempo per ricominciare a mettere in moto la sua economia (adesso di nuovo in ginocchio a causa del Covid-19), il piccolo Portogallo ha dato passi da gigante in poco tempo.

Questi miglioramenti non sono stati frutto di magia o di cose strane, bensì di molti e dolorosi sacrifici iniziali che gli hanno permesso di reinventarsi rapidamente per ottenere quello che volevano.

L’obiettivo principale era senza dubbio essere di nuovo liberi e poter realizzare una politica espansiva aggressiva attirando capitali stranieri e persone ricche per vivere in Portogallo ed iniziare così la rinascita nel minor tempo possibile: capitali freschi da investire per la crescita dell’economia e il miglioramento di alcune infrastrutture.

La stabilità politica: un fattore di crescita importante

Sotto l’impulso del governo di coalizione di sinistra, fondato su fragili però concrete basi, hanno rigirato la situazione e creato una economia di sopravvivenza, quasi da battaglia, basata soprattutto sul presente per lasciare il futuro a quello che è: il futuro.

È stata una scelta giusta quella dei politici portoghesi? O sarà semplicemente un pane per oggi e fame per domani?

Probabilmente non è stata la miglior decisione e sul lungo periodo potrebbe avere controindicazioni importanti: però a corto periodo ha compiuto quasi con tutte le aspettative del governo portoghese ed ha rilanciato l’economia di un Paese quasi distrutto dalla crisi finanziaria del 2008.

Chiaramente questa economia di battaglia non può continuare all’infinito: quello sarà lo snodo del futuro che dovrà risolvere questo bel Paese affacciato sull’oceano Atlantico.

Se riusciranno a trasformare questo impulso iniziale in qualcosa di solido e futuribile, allora la scelta sarà stata giusta, altrimenti purtroppo si ritornerà al punto di partenza e la domanda su come si vive in Portogallo pro e contro non avrà una risposta positiva, soprattutto per chi non sia un pensionato abbiente.

Vivere in Portogallo Pro e Contro: come si vive in Portogallo da pensionato italiano?

La prima risposta che mi viene in mente per questa domanda è questa: può essere una buona scelta però sicuramente non è una buona soluzione per tutti.

Pertanto adesso possiamo analizzare tranquillamente come si vive in Portogallo pro e contro.

Sicuramente si può essere d’accordo o no con quello che diremo in questo articolo, nonostante cerchiamo sempre di portare argomenti oggettivi e non soggettivi per aiutarti a prendere la migliore decisione possibile per il tuo futuro.

Quindi puoi tranquillamente commentare al finale dell’articolo e lasciare la tua opinione su questo argomento e su quelli che sono y pro e contro di vivere in Portogallo in questo momento storico. Oppure se non sei uno dei tanti pensionati italiani in Portogallo, puoi parlarci della tua vita da lavoratore o imprenditore in Portogallo. (Scopri come fare per lavorare in Portogallo)

Certamente la tua esperienza sarà di grande aiuto anche per molte altre persone ancora indecise che hanno bisogno di un piccolo contributo per dare il grande passo o no.

Il mio consiglio è comunque di visitare questo bel Paese Atlantico almeno durante 1 mese non in veste turistica, ma di “falso residente” per poi trarre le tue proprie conclusioni al rispetto della situazione attuale e sapere direttamente come si vive in Portogallo, visto che comunque rimane un argomento molto soggettivo.

Infatti in alcuni anni qui ho potuto vedere gente felice e contenta ma anche persone che letteralmente hanno odiato questo trasferimento (chissà perché non hanno fatto le cose bene fin da subito e sono rimasti scottati dalle false informazioni che circolano su Internet e mettono in giro molte agenzie per attirare clienti a tutti i costi).

In molti casi, realizzare un sopralluogo di un paio di mesi in bassa stagione tra ottobre e maggio, ti costerà molto meno che fare una vacanza di una o due settimane e inoltre ti darà risposte molto più concrete, reali e precise su come si vive in Portogallo da pensionato italiano nel 2021.

Adesso andiamo finalmente ad analizzare com’è vivere in Portogallo pro e contro



PRO DI VIVERE IN PORTOGALLO

CLIMA

Vivere in Portogallo pro e contro.

Senza dubbio vivere in Portogallo da pensionato ti permetterà di approfittare di un clima, soprattutto da Lisbona in giù, molto migliore rispetto alla maggior parte delle città italiane del centro/nord.

Possiamo affermare che per esempio nella Regione dell’Algarve si può vivere quasi in un ambiente di eterna primavera durante la maggior parte dell’anno.

Le temperature sono generose anche in inverno quando è normale raggiungere a diario i 20º centigradi in una delle tante giornate di sole.

Mentre le minime normalmente si fermano sempre intorno ai 10º. Con appena alcuni giorni dell’anno in cui possono arrivare ai 5º/7º durante la notte.

A questo bisogna aggiungere che il sole in Algarve splende per circa 300 giorni l’anno.

È inutile dire quanto questo aiuti le persone ad avere un umore molto migliore ogni giorno.

Inoltre l’estate non è sempre così calda: solo durante pochi giorni il calore è veramente forte o asfissiante, mentre durante il resto del tempo le temperature sono sempre abbastanze gradevoli grazie anche alla brezza marina che non manca mai.

COSTO DI VIVERE IN PORTOGALLO

Attualmente vivere in Portogallo da pensionati italiani costa ogni anno sempre un po’ di più, è inutile nascondersi.

Soprattutto nelle zone con più domanda come Lisbona o l’Algarve. Mentre nel Nord ancora esistono zone dove i costi sono piuttosto bassi: però chiaramente esistono ragioni precise per questo.

Sono zone poco attrattive soprattutto perché il clima è molto simile al nord Italia e probabilmente ancora più piovoso.

Però nonostante tutto i costi restano ancora molto inferiori rispetto alle principali città del Nord/Centro Italia: soprattutto se ci riferiamo ai costi della vita quotidiana. Supermercato, bar, ristorante, benzina…

Di quanto stiamo parlando? Più o meno potrei dire che ancora oggi vivere in Portogallo è circa un 20% meno caro rispetto alle principali città italiane.

Però chiaramente la differenza non è più così grande come prima: chissà qualche anno fa era arrivata quasi ad un 50%.

Però comunque su 1.000€ di spese, risparmiare 200€ è pur sempre qualcosa.

Le uniche cose dalle quali non potremo trarre vantaggio sono gli affitti e le auto.

Un affitto nelle migliori zone del Portogallo costerà all’incirca come nelle principali città in Italia.

Mentre un auto nuova in Portogallo è in media un 20% più cara rispetto all’Italia ed un auto usato può essere un 100% o 200% più cara dipendendo dal tipo di auto e dall’età: più é vecchia e più la forcella di prezzi tra i due paesi è ampia.

Però per il resto della vita quotidiana vale il discorso fatto sopra. Vivere in Portogallo da pensionato italiano è ancora più conveniente.

Confronto Reale di vivere in Portogallo pro e contro

Per non lasciare questo solo come se fossero chiacchiere da bar o parole lanciate al vento, ti lasciamo il link qui sotto dove puoi fare una comparativa dei costi tra varie città del Portogallo e dell’Italia.

In questo modo potrai verificare i costi reali e le differenze che esistono tra vivere in Portogallo o in Italia.

Ti lascio il link di esempio della nostra situazione personale: Portimão contro Monza.

Però tu puoi cercare altre città e fare la tua propria simulazione basata sulla tua propria situazione personale.

Provaci: è divertente!

Vivere in Portogallo pro e contro 1

SICUREZZA E RELAX

Certamente decidere di vivere in Portogallo ti permetterà di godere di una maggiore sicurezza e di un maggiore relax rispetto all’Italia: due fattori importanti nella vita di una persona, ancor più con una certa età.

Ogni volta che sono stato in Italia negli ultimi anni (devo dire poche volte) mi sono sentito sempre con un certo senso di insicurezza praticamente ovunque andassi.

Sinceramente in certe zone non mi sembrava nemmeno più di essere in Italia.

In Portogallo esiste attualmente poca criminalità, si può vivere in totale tranquillità durante quasi tutto l’anno, eccetto per i mesi estivi sulla Costa, quando la popolazione si moltiplica in alcuni casi anche per 10.

Inoltre il ritmo della vita, soprattutto rispetto al nord Italia, è completamente differente in confronto al Paese Atlantico: la vita scorre decisamente più lenta e rilassata, soprattutto in zone come l’Algarve.

Pertanto trasferirsi a vivere in Portogallo da pensionato significa dare un passo avanti notevole anche come qualità di vita.

Io vengo da 15 anni in Costa del Sol a Marbella e ti posso dire che la situazione criminalità rispetto a qui non ha nulla a che fare.

In Spagna vivevamo in una urbanizzazione di ville in cima ad una collina e ogni volta che calava la notte avevamo sempre un certo timore di che qualcuno potesse entrare in casa a rubare o anche qualcosa di peggio.

Qui in Algarve, esattamente con lo stesso tipo di situazione, possiamo permetterci di lasciare le porte aperte, l’auto aperta e mai abbiamo la sensazione di essere in pericolo o che possa succedere qualcosa.

Poi chiaramente il rischio ZERO non esiste da nessuna parte, però sicuramente le sensazioni sono molto differenti.

 

TASSAZIONE MINIMA SULLA PENSIONE

Tra i pro e contro di vivere in Portogallo, sicuramente la ragione numero 1 per cui tanti pensionati italiani vogliono trasferirsi qui è la tassazione sulla pensione.

Il punto focale della ricerca “vivere in Portogallo pro e contro”.

La giocata maestra del Governo Portoghese, che data dell’anno 2009, purtroppo si è diffusa in Italia molto molto tardi, chissà a partire dal 2016/2017.

Pertanto tutti i pensionati italiani che si trasferiscono ora, non godranno mai di tutti i  vantaggi di cui hanno approfittato durante anni Francesi, Inglesi e molti nordici che oltre alla tassazione ZERO sulla pensione hanno potuto godersi affitti ridicoli da 300€/mese o comprare case per 30.000€.

Inoltre non avrai più nemmeno la tassazione ZERO sulla pensione, ma dovrai pagare un 10% indipendentemente dall’importo della pensione che ricevi.

Infatti a partire dal 2021, la legge è cambiata: il Governo portoghese ha dovuto ascoltare le forti pressioni che arrivavano da Bruxelles e direttamente da vari Paesi del Nord Europa.

Pertanto ha deciso di imporre una tassazione fissa sulle pensioni che arrivano dall’estero: un 10% uguale per tutti.

Un’altra mossa azzeccata del Governo portoghese che in questa maniera accontenta Bruxelles, si toglie pressioni e continua a vedere intatto il suo giochetto: visto che realmente le pensioni a cui è interessato sono quelle alte o molto alte che continueranno a venire qui con questo tipo di tassazione sommato a tutti i vantaggi che abbiamo elencato prima.

Dall’altra parte chi venga oggi non potrà più beneficiare nemmeno dei prezzi incredibili di case in vendita ed affitti regalati, visto che la grande crisi è finita da un pezzo e quella del Covid-19 ha colpito questo Paese solo in maniera marginale per il momento e se ci saranno effetti li vedremo probabilmente solo tra 1 o 2 anni circa.

Comunque nonostante tutto la soluzione di venire a vivere in Portogallo continua ad essere vantaggiosa per un gran numero di persone: soprattutto per pensionati con una pensione italiana netta superiore ai 2.500€ al mese.

Senza dubbio i casi vanno valutati singolarmente per essere sicuri che sia realmente una buona idea trasferirsi a vivere in Portogallo da pensionato italiano.

A parte i pensionati esistono anche altre categorie di persone che si possono avvalere dei vantaggi fiscali grazie al regime di residente non abituale (RNH): per esempio tutti i lavoratori dipendenti ed autonomi con professioni che rientrano nel RNH, dirigenti d’azienda, medici, imprenditori con determinate situazioni imprenditoriali, persone che ricevono dividendi da società non portoghesi, investitori che ricevono plusvalenze dalla borsa o dalle criptomonete e molti altri ancora.

 

GUIDA RNH

Scarica GRATIS la Guida per capire come funziona la figura del residente non abituale in Portogallo che da diritto ai vantaggi fiscali.

GUIDA RNH
.

Vivere in Portogallo pro e contro: SITUAZIONE POLITICA

Vivere in Portogallo ti permetterà anche di godere di una grande stabilità politica.

Certamente ti starai chiedendo: e cosa mi interessa a me la politica se decido di trasferirmi in Portogallo?

Carissimo amico, centra molto, moltissimo, quasi tutto.

La maggior parte dei problemi italiani nascono proprio dalla situazione politica, ormai bloccata da 40 anni nello stesso punto e incapace di realizzare le riforme che permetterebbero ad un Paese come l’Italia di stare nel Top 10 mondiale senza grandi sforzi.

In Portogallo succede tutto il contrario: la politica funziona bene e con puntualità e questo permette al Paese di avanzare rapidamente e migliorare la sua situazione generale ancor più del reale potenziale di questo Paese.

Quindi vivere in Portogallo da pensionato italiano ti mette al riparo da strane sorprese e ti permette di stare più tranquillo rispetto al tuo patrimonio: almeno durante i prossimi 10 anni.

SENSO CIVICO DELLA POPOLAZIONE LOCALE

Senza dubbio dopo poco tempo che si vive in Portogallo si capisce subito il grande senso civico e l’educazione della sua popolazione.

La differenza rispetto a Paesi come Italia e Spagna è realmente notevole e si nota in tutte quelle decisioni che coinvolgono il senso di responsabilità di ciascuna persona.

Uno sfacciato individualismo lascia spazio a comportamenti volti a non dannare gli altri in beneficio proprio.

Questo come detto sopra si riflette anche sulla situazione politica dove non si approfitta qualsiasi occasione per fare il tutti contro tutti, ma si cerca sempre nel limite del possibile di fare delle scelte  nel rispetto del benessere generale.

PAESAGGI FANTASTICI

Certamente l’Italia è un Paese fantastico dal punto di vista paesaggistico, della storia e dei monumenti, probabilmente inavvicinabile.

Però non credere che il Portogallo sia da meno: Spiagge paradisiache, città fantastiche, monumenti ricordando i tempi delle grandi conquiste e del dominio arabo, tanta storia sparsa su tutto il territorio.

Pertanto questa è un’altra ottima ragione per trasferirsi a vivere in Portogallo.



CONTRO DI VIVERE IN PORTOGALLO

PREZZI DEGLI AFFITTI IN PORTOGALLO

Vivere in Portogallo pro e contro: i prezzi degli affitti in Portogallo sono cresciuti costantemente anno dopo anno, senza grandi impennate, però hanno raggiunto cifre realmente fuori dalla realtà economica del paese.

Inoltre a causa di una dura tassa del governo portoghese (28% di tassazione diretta sugli affitti per lungo periodo) e del boom turistico, gli affitti per lungo periodo sul mercato sono in questo momento pochissimi.

Realmente poche decine ogni mese per una domanda di migliaia di persone interessate a trasferirsi a vivere in Portogallo.

Tutto questo ha generato un circolo vizioso che non permette ai prezzi di scendere a valori più reali, mettendo anche in difficoltà la popolazione locale che in molti casi riceve uno stipendio realmente misero (inferiore ai 700€/mese).

Pertanto visto che disporre di una casa è imprescindibile per trasferirsi in Portogallo, potrebbe essere un punto in contro per  realizzare questa scelta nel futuro.

Dove vivere in Portogallo da pensionato italiano?

Per rispondere a questa domanda devi guardare soprattutto il tuo budget mensile per pagare l’affitto:

– Se puoi spendere almeno 600€/mese di affitto, allora ti consiglio sicuramente di scegliere l’Algarve.

  • Se il tuo budget è inferiore l’unico posto dove poter vivere in Portogallo da pensionato è il Nord del Paese nelle zone di Braga e Coimbra potrai trovare ancora affitti da 300/400 euro al mese.
casa in algarve

VOGLIO CERCARE LA MIA CASA IN ALGARVE ADESSO

Vuoi affittare o comprare?

Quando avrai bisogno della tua nuova casa?

Hai gía visitato l'Algarve

In che città ti piacerebbe vivere?

Quanto vuoi o puoi spendere? (Ricorda che gli affitti cono scarsi e cari)

Che tipo di appartamento o casa stai cercando?

Comodità desiderate

Privacy Policy

5 + 6 =

COSTO PER COMPRARE UN AUTO

Quando parliamo di Vivere in Portogallo pro e contro, certamente ti posso assicurare senza nessuna paura di sbagliarmi che venire a comprare un auto in Portogallo non è un buon affare per un italiano.

Te lo dico perché io stesso l’ho dovuto fare grazie all’incompetenza dei “Professionisti della burocrazia italiani” che troverai qui e quindi so esattamente di cosa sto parlando.

Tra auto italiana “persa” che qui aveva ancora un valore vicino ai 10.000€ ed auto che abbiamo dovuto comprare, ci siamo ritrovati con un buco da 45.000€ nel nostro budget annuale per il trasferimento in Portogallo

Niente male per cominciare la nuova avventura, no?!

Infatti la tassazione del governo portoghese su questo bene è realmente notevole.

Pertanto provoca una grande differenza rispetto ai prezzi che possiamo trovare in molti dei maggiori Paesi della Comunità Europea.

Rispetto all’Italia esiste circa un 25% di differenza rispetto ai prezzi di un auto nuova media.

Le uniche auto che potrebbero essere convenienti sono quelle di cilindrata ridotta e pochi cavalli con delle emissioni di CO2 molto basse.

In questo caso il prezzo potrebbe non essere così tanto differente rispetto all’Italia.

Per quanto riguarda l’usato, sicuramente la situazione è ancora peggiore.

I prezzi si mantengono molto elevati ed un auto media con circa 10 anni, continua a costare più di 10.000€.

Pertanto dirai: allora la compro all’estero e la porto qui!

Purtroppo dovrai pagare una tassa elevata per realizzare questo tipo di operazione e quindi assolutamente non conviene: o lo devi fare almeno 6 mesi prima di trasferirti a vivere in Portogallo.

12 mesi di tempo per regolarizzare la tua auto senza grandi spese

La unica cosa che puoi fare è portare la tua auto direttamente dall’Italia al momento del trasferimento e poi regolarizzarla nei mesi successivi.

Nel momento in cui prenderai la residenza, avrai una finestra di tempo di 12 mesi per regolarizzare la tua auto in Portogallo, senza pagare la dispendiosa tassa di importazione ed immatricolazione.

Comunque è un processo che nasconde parecchie trappole: noi stessi ci siamo caduti e abbiamo perso la finestra di regolarizzazione.

Quindi se veramente stai pensando di trasferirti a vivere in Portogallo, ti consiglio vivamente di leggere il nostro eBook “Vado a vivere in Portogallo?!“, dove troverai tutta la pappa pronta e potrai scoprire passo a passo come trasferirsi in Portogallo ed approfittare dei vantaggi fiscali.

Con solo 4,99€ ti metterai in salvo da tutte queste trappole che ti potranno amareggiare la vita per molto tempo.

Se al contrario preferisci una consulenza, allora abbiamo questa grande offerta per te valida solo 24 ore. (Vedere offerta)

Vuoi saperne di più sul mercato delle auto in Portogallo? Allora clicca subito qui.

auto portogallo

SALARI POVERI

Stai pensando di andare a vivere in Portogallo e non sei un pensionato per cui hai bisogno di trovare un lavoro?

Quindi se pensiamo al tema di vivere in Portogallo pro e contro, sicuro che la prima cosa che ti viene in mente è il tema del lavoro.

Sicuramente ti sarai fatto alcune di queste domande: che lavoro posso fare? Dove posso trovare lavoro? Esiste lavoro per chi parla italiano? Quali sono gli stipendi?

Se leggiamo solo le statistiche senza cercare di interpretare e senza conoscere la realtá locale, possiamo affermare che in Portogallo c’è lavoro in abbondanza, visto che per esempio la disoccupazione non è così grande come in Spagna.

Sembrerebbe a prima vista un punto favorevole, anche rispetto ad un Paese come l’Italia.

Però se andiamo a scavare su questo argomento, ed interpretiamo le statistiche, allora vediamo che la situazione non è così idilliaca come sembra ad occhio nudo.

Infatti sono stati creati molti posti di lavoro semplicemente riducendo il salario dei lavoratori dipendenti. In questo modo è stato più semplice per le imprese contrattare personale.

Però all’uscita dalla crisi e alla crescita dei costi di vita nel Paese, non è seguita una crescita proporzionale degli stipendi.

Lo stipendio minimo è stato alzato quest’anno da 600€ a 700€ al mese, comunque una cifra bassissima e molto molto inferiore alla media della Comunità Europea.

Si tratta di una cifra irrisoria che percepisce un gran numero di lavoratori in questo paese: uno stipendio che non permette assolutamente di svolgere una vita degna in questo momento storico.

Pertanto se la tua idea è realizzare il trasferimento in Portogallo per cercare un lavoro, fai molta attenzione e non sottovalutare la situazione: fai bene i conti, calcola il costo della vita considerando l’affitto di un appartamento e poi valuta se realmente nel tuo caso è fattibile dare questo passo.

Alcuni consigli utili per lavorare in Portogallo

Prima di prendere una decisione così importante per il tuo futuro, voglio aiutarti dandoti alcune dritte relativamente al lavoro in Portogallo che ti possono essere molto utili:

  • Devi essere un super specialista accreditato in quello che fai o un dirigente d’azienda per trovare un buon lavoro.
  • Dovrai pensare di cercare un’alternativa di lavoro solo in città come Lisbona e Porto, cercando magari una casa nelle “città dormitorio” tipo Setubal che sono meno care e quindi purtroppo addio qualità di vita.
  • Dovrai conoscere bene la lingua portoghese e chiaramente anche l’inglese. Altre lingue sono un plus sempre ben accetto per trovare un buon lavoro.

Se non rientri in questi parametri, dovrai venire a vivere in Portogallo per ricevere nella maggior parte dei casi un salario minimo tra i 700€/1.000€ al mese e pagare solamente di affitto ogni mese quasi il 100% del tuo salario.

Pertanto starai facendo una vita molto simile a quella che facevi in Italia, però con molte più difficoltà e problemi da risolvere, visto che non è il tuo Paese.

Ti piacerebbe saperne di più su come fare per lavorare in Portogallo legalmente? Allora clicca subito qui.

SANITÀ MIGLIORABILE

La Sanità Pubblica portoghese non ha lo stesso livello di quella che troviamo el Nord Italia.

Mancano strutture, quelle che ci sono sono abbastanza vecchie, manca personale specializzato e in definitiva mancano soldi per poter migliorare la situazione rapidamente.

Nonostante tutto la sanità pubblica portoghese ha affrontato il Covid-19 molto meglio rispetto alla maggior parte dei Paesi Europei più ricchi, grazie a buone decisioni ed un’ottima organizzazione per la consapevolezza di avere pochi mezzi a disposizione.

La situazione più critica si è dovuta ad un errore del Governo, per fortuna l’unico commesso durante questa crisi sanitaria.

Inoltre ad affiancare la Sanità Pubblica esiste una Sanità Privata di buon livello e con costi abbastanza accessibili se comparati con le strutture private di altri Paesi come Spagna o la stessa Italia.

Se per esempio fai la tessera GRATIS del supermercato Continente, avrai diritto a tariffa agevolate con n umerose strutture private in tutto il Paese con prezzi realmente buoni.

Per esempio una visita specialistica per una cifra tra 30 e 40 euro, una radiografia per 10€, una sessione di fisioterapia per 8 euro o una risonanza magnetica per poco più di 100€.

INFRASTRUTTURE MIGLIORABILI

Le infrastrutture pubbliche sono un altro dei contro chiari per chi decide di trasferirsi in Portogallo.

Mancano strutture, quelle che ci sono in molti casi sono vecchie o non adeguate e purtroppo mancano i soldi per realizzare un piano di choc rapido per impulsare il Paese in 5/10 anni.

Ospedali, strade, mezzi pubblici come autobus, tram, treni, aeroporti, porti sono tutti esempi di cose che si devono migliorare nei prossimi anni per permettere al Portogallo di essere sostenibile e continuare ad attirare sempre più capitali.

Per il momento ci si accontenta che costi molto meno rispetto a quasi tutti i princiapli paesi UE, però poco a poco gli investitori avranno bisogno di maggiori e migliore strutture per mantenere ed ampliare le loro attività nel Paese.

Il Governo ci sta provando, vedremo se ci riuscirà.

Si può vivere in Portogallo con 1.000€ al mese?

Questa è una domanda che ci fanno moltissime persone interessate a trasferirsi qui per cambiare vita rispetto all’Italia.

Allora guarda il video qui sotto per scoprire la mia opinione s questo argomento.

Riassunto Vivere in Portogallo Pro e Contro

PRO

Z

Clima favorevole

Z

Costo della vita

Z

Sicurezza e Relax

Z

Tassazione Favorevole

Z

Stabilità Politica

Z

Senso Civico e Rispetto

Z

Paesaggi Fantastici

CONTRO

Q

Costi degli Affitti

Q

Costi delle Auto

Q

Salari Poveri

Q

Sanità Pubblica

Q

Infrastrutture Pubbliche

Conclusione di Vivere in Portogallo Pro e Contro

Finalmente adesso sai perfettamente alla domanda che hai fatto a Google: vivere in Portogallo pro e contro.

Da qui in avanti quello che dovrai fare è analizzare attentamente la tua situazione personale e prendere una decisione sensata sul tuo possibile trasferimento.

Per favore facci sapere se questo articolo ti è servito, se hai altro da aggiungere o se non sei d’accordo con qualcosa che abbiamo detto: per noi è molto importante per migliorare i nostri contenuti ed aiutare sempre più persone a prendere migliori decisioni.

Se invece hai bisogno di aiuto per il tuo trasferimento in Algarve, allora puoi contattarci cliccando sul bottone qui sotto. Saremo lieti di aiutarti a migliorare la tua vita immediatamente.

Se realmente stai prendendo in considerazione il trasferimento in Portogallo ti consigliamo anche di iniziare tutto il processo leggendo il nostro eBook.

In questo modo in meno di un’ora e direttamente dal divano di casa, potrai chiarire tutto quello che dovrai fare per ottenere i famosi vantaggi fiscali da questo trasferimento.

Clicca qui per leggere subito il libro “Vado a vivere in Portogallo?!“, adesso con un 75% di sconto. Approfitta questa occasione per conoscere a fondo tutto il processo di trasferimento e così poter prendere le migliori decisioni sul tuo futuro fin da subito.

Condividi subito con i tuoi amici questo fantastico articolo.

Gabriele Sala

Gabriele Sala

Imprenditore e Consulente Strategico

Sono 14 anni che costruisco business ed aiuto altre persone a farlo. Vivereinalgarve.com vuole aiutare le persone che si vogliono trasferire in Portogallo ad ottenere fin da subito tutte le informazioni necessarie per il trasferimento che tutti i consulenti non danno per paura di perdere i loro privilegi, basati sull'ignoranza delle persone e non sulle loro capacità professionali.

#stopomertà

Scarica la Checklist Gratis

Scopri subito tutti i passi che dovrai dare per trasferirti in Portogallo, ottenere la residenza e se ne hai diritto i vantaggi fiscali.

STOP OMERTÀ

CHECKLIST COME TRASFERIRSI IN PORTOGALLO
.

Condividi subito con i tuoi amici questo fantastico articolo.