Trasferirsi in Algarve: 3 giuste ragioni per non farlo

Finalmente sembra che oggigiorno sia diventata una moda Vivere in Portogallo e trasferirsi in Algarve.

Molte persone scelgono l’Algarve come meta del loro trasferimento per le condizioni di vita e climatiche che si possono trovare in questa fantastica Regione.

Però non è tutto oro quello che luccica. Anche per l’Algarve è lo stesso.

Allora vediamo subito 3 ragioni di peso per cui non trasferirsi in Algarve nel 2020.

1- Costo elevato per trasferirsi in Algarve

Sicuramente l’Algarve, insieme a Lisbona è la zona più cara del Portogallo.

E quando ci riferiamo a zona più cara, parliamo soprattutto di affitto o acquisto di una casa.

I suoi costi non saranno molto differenti da quelli delle principali città italiane. Anzi, in alcuni casi potrebbero essere anche superiori.

Facile. Si tratta di una meta turistica famosa a livello mondiale. Diciamo attualmente un top 3 del Vecchio Continente. Con un clima meraviglioso durante tutto l’anno e 300 giorni di sole.

Fantastiche spiagge, oltre che tranquillità e sicurezza durante gran parte dell’anno.

Quindi, anche grazie alla detassazione offerta del Governo Portoghese, questa Regione è riuscita ad attrarre molti pensionati, imprenditori e ricchi da tutto il mondo.

Tutto questo ha portato ad un incremento notevole dei costi. Soprattutto per affittare o comprare una casa.

Pertanto chi non abbia un budget adeguato, verrà in Algarve a vivere peggio che in Italia.

Puoi vedere informazioni sui costi di un affitto in Algarve qui: cercare casa in Algarve.

 

2- Infrastrutture non all’altezza

Un altro punto fondamentale sono le infrastrutture.

Dalle strade, ai servizi, passando per la mancanza di qualsiasi tipo di industria alternativa al turismo.

Infatti la zona dell’Algarve vive al 100% del turismo. Come dei servizi relazionati con questa attività.

Le strade sono poche e di bassa qualità. Gli ospedali pubblici anche.

Centri commerciali ce ne sono pochi e mancano molte altre cose.

Venendo dalla Costa del Sol abbiamo trovato un cambio notevole nella quantità e qualità dei servizi.

Il lavoro è molto mal pagato. Con uno stipendio minimo (molto diffuso) intorno ai 600€ al mese.

Pertanto tutto ciò lo rende adatto quasi solo a pensionati con una pensione molto molto buona ed imprenditori con i capitali sufficienti per aprire un’attività.

3- Lingua

Al contrario della vicina Spagna, dove è più facile farsi capire e capire quello che ti dicono, il portoghese del Portogallo è abbastanza ostico.

È caratterizzato da suoni molto chiusi che rendono difficile capire bene cosa ti vogliono dire.

Anche per gli stessi brasiliani molte volte risulta complicato capire cosa ti stiano dicendo.

Lo dico per esperienza propria visto che mia moglie è brasiliana e molte volte fa fatica a capire cosa gli dicono.

Per cui non avere nessuna conoscenza di questa lingua, può portare a notevoli problemi di comunicazione e di conseguenza un po’ di frustrazione.

Perché persone abituate a parlare e farsi capire rapidamente durante tutta la vita, all’improvviso si ritrovano una barriera abbastanza importante.

Che può tranquillamente impedire di adattarsi bene alla nuova vita in Algarve.

Conclusione: Trasferirsi in Algarve o no?

Pertanto l’Algarve non è un luogo adatto per tutti.

Bisognerà riflettere ed analizzare molto bene la situazione prima di decidersi.

Il nostro consiglio è venire durante almeno un mese per prendere contatto con la realtà.

Solo così potrai prendere la miglior decisione possibile.

Se hai bisogno di aiuto per prendere la miglior decisione possibile o per trasferirsi in Algarve, solo devi metterti in contatto con noi e saremo lieti di aiutarti.

Scopri subito tutti i segreti per trasferirsi in Portogallo ed ottenere i vantaggi fiscali. Passo a passo.

Trasferirsi in Algarve: 3 giuste ragioni per non farlo 1